domenica 25 agosto 2019

GREST 2019 ISPIRATO AL FILM DI ANIMAZIONE “TOY STORY”


UNA PARTENZA IN SALITA
Una volta per organizzare un grest (oratorio estivo) era sufficiente aprire i cancelli del nostro oratorio e i bambini in poco tempo riempivano aule e spazi pronti a scatenarsi in giochi, balli, momenti di riflessione e gite (storiche quelle alla “Ticinella”, alle “Bolle Blu” e l’uscita in bicicletta a San Marco a fare il bagno nell’Agogna).
Nel 2019 mettere in pista un grest è diventato complicato come chiedere il permesso di costruire una casa o di aprire un ristorante: prima di varcare il solito cancello, lo stesso che si apre da decenni, bisogna presentare la SCIA in Comune, a questa segue una comunicazione da fare all’ASL per poter servire un piatto di pasta caldo; si deve poi ricavare lo spazio per una nuova mensa perché la legge non consente di mangiare e giocare nel medesimo salone. La parrocchia non può più essere l’organizzatrice dell’oratorio estivo perché qualcuno ci ha visto un “fine di lucro” e quindi bisogna appoggiarsi a delle associazioni create appositamente con conseguente aggravio di costi e burocrazia.
Questa doverosa premessa è stata fatta solo per ringraziare tutte le persone che non si sono arrese di fronte ad una situazione che all’inizio pareva ingarbugliata e complicata a tal punto da rendere addirittura in forte dubbio lo svolgimento del grest stesso. Su tutte GRAZIE di cuore a Carmelo che ha seguito l’iter burocratico con il Comune, ad Augusta  per tutta la parte alimentare interfacciandosi con l’ASL di Borgomanero, e a Don Eugenio che ci ha da subito stimolato a fare le cose nella norma senza arrenderci alle difficoltà che via via si presentavano.







I TANTI GRAZIE!   
Un GRAZIE di cuore a tutti i genitori ed adulti che quest’anno sono stati coinvolti in vari modi nell’organizzazione (distribuzione pasti e merenda, gestione della segreteria, approntamento della sala mensa, organizzazione delle gite, ecc…) nella speranza di poter contare su di loro anche negli anni a venire, insieme ad altri che vorranno aggregarsi… le porte dell’oratorio sono sempre spalancate!
Già da diversi anni siamo fieri che sulle magliette degli animati compaia il logo dell’AVIS ed anche quest’ anno Mariangela e il suo consiglio direttivo hanno confermato il sostegno alla nostra attività offrendoci le t-shirt per tutti i bambini… GRAZIE MILLE!
Abbiamo già ringraziato Augusta per la parte burocratica, ma va aggiunto un altro ringraziamento, da dividere con i cuochi ed il personale addetto alla cucina della Casa Famiglia, per la gestione precisa e molto apprezzata  della mensa che ha sfamato i bambini ed animatori per tutta la durata del grest.
Fondamentale è risultata la stretta collaborazione con l’ASD Si Sport alla quale ci siamo appoggiati per la parte “fiscale” con il tesseramento degli iscritti al CSI e la relativa copertura assicurativa. A questo aggiungo un GRAZIE per aver messo a disposizione per tutte e tre le settimane i campi da beach, calcetto e tennis senza chiedere nulla in pagamento. Stesso discorso per il tendone reso disponibile per l’intera giornata della serata finale ed anche il giorno successivo per la messa in ordine. GRAZIE ancora per il dolce offerto alla pizzata della serata finale ed un GRAZIE dagli animatori per le magliette tecniche personalizzate e le sacche porta oggetti avute in regalo. GRAZIE infine per averci fatto sempre sentire come persone di casa e mai come degli ospiti … GRAZIE DI CUORE!



LE GIORNATE
Sono stati 22 giorni vissuti intensamente: apertura ormai consolidata con la nottata dell’oratorio a vedere il film di “Toy Story 1” prima di andare a nanna nei sacchi a pelo e materassini preparati in salone. L’indomani, dopo un bel risveglio muscolare e un’abbondante colazione, tutti a messa per accompagnare gli animatori nel ricevimento del “mandato” ed alla loro presentazione alla nostra comunità ed ai genitori degli animati. Da lunedì 8 luglio per tre settimane i bambini e i ragazzi, divisi in 8 squadre (4 per i grandi e altre 4 per i piccoli si sono sfidati a colpi di cacce al tesoro ed all’oggetto, tornei sportivi, giochi con l’acqua, ecc… Al mattino spazio al momento scenetta seguito dalla riflessione guidata da Don Eugenio. Un’oretta di compiti divisi per classi e poi ancora un’oretta di laboratori ad ampia scelta tra calcio, pallavolo, dodgeball, giornalismo, ballo, canto, art design, calciobalilla, teatro ecc… Alle 12 pausa pranzo divisi sempre in gruppi fino alle 14 quando riprendono le attività organizzate; alle 17, solo dopo aver consumato la merenda, balli e canti finali prima di andare a casa.
Ogni settimana veniva arricchita da una gita in pullman; le mete di quest’anno sono state la piscina “TRE RE” di Fara Novarese, l’AQUADVENTURE PARK di Baveno ed il parco acquatico ONDALAND a Vicolungo (NO). Atto conclusivo sabato 27 luglio. Sotto un gremitissimo pala-SISPORT, ragazzi e genitori hanno consumato più di 80 pizze giganti calde e buone arrivate dalle pizzerie d’asporto locali. A stomaco pieno tutti pronti a godersi lo spettacolo, chi ad assistere e chi al centro della scena, fatto di canzoni, balletti, scenette e tanto altro preparato da ogni gruppo insieme all’animatore di riferimento. Prima dei saluti e degli abbracci finali (con qualche lacrima a testimonianza dell’affetto che nasce tra i ragazzi in queste intense giornate) tutti in pista a ballare le canzoni che hanno fatto da colonna sonora a questo fantastico grest!



ABBIAMO PENSATO ALL’AMBIENTE
E’ stato anche il primo grest “ecologico”. L’introduzione del sacco conforme ha rappresentato uno stimolo in più per intraprendere scelte costose ma coraggiose capaci di guardare meno al portafoglio e più all’ecosistema in cui viviamo. Abbiamo così acquistato posate, bicchieri e piatti in materiale biodegradabile al 100 % che finivano direttamente nella raccolta dell’organico. Anche le vettovaglie utilizzate per la serata finale (posate, piatti pizza, bicchieri e coppette per il dolce) erano tutte in “materbi” o altro materiale da conferire in organico. Abbiamo poi differenziato meglio tutti gli altri rifiuti: la plastica, la carta e il cartone, i tappi delle bottiglie, i metalli e addirittura i bastoncini di legno dei ghiaccioli. Il risultato è che in tre settimane si sono prodotti solo 2 sacchi bianchi di materiale “indifferenziato”… un successone!
Il costo del materiale biodegradabile è ancora molto alto rispetto alla plastica ma le ultime leggi in materia “salva ambiente” che mettono al bando bicchieri e piatti in plastica ci mostrano come le nostre scelte vadano nella giusta direzione. Un plauso agli animatori e a Gabriele in particolare che si sono adoperati per istruire i bambini su come differenziare,  solo dopo aver approfondito loro stessi le caratteristiche dei rifiuti. A fine giornata, soprattutto nella prima settimana, sono stati sempre loro a sporcarsi le mani per aprire i sacchi e rimettere a posto i rifiuti che erano stati differenziati male o erroneamente.



IL CUORE DEL GREST
Chiudo questo articolone con il GRAZIE più sentito che va detto, anzi gridato, al gruppo degli animatori e capo animatori. Per loro il grest parte verso il mese di aprile quando ci si trova per decidere il tema conduttore, per iniziare a pensare ai giochi, per scrivere i copioni delle scenette. Dalla fine della scuola gli impegni per molti diventano giornalieri perché ora è tempo di preparare le scenografie (bellissima quella all’ingresso sul cancello!), pitturare i segnapunti e i cartelloni, dettagliare i giochi e imbastire i laboratori. Non manca il tempo dedicato alla formazione: si inizia con la partecipazione al percorso proposto dall’oratorio di Borgomanero per poi passare  a delle riunioni di approfondimento e specifiche fatte nel nostro oratorio con i soli animatori che verranno a fare servizio a Santo Stefano.
Quest’anno l’età media degli animatori si è abbassata di molto perché diversi “vecchi” animatori sono stati impegnati chi con l’esame di maturità, chi con l’alternanza scuola-lavoro e chi con il lavoro vero e proprio. Queste importanti defezioni all’inizio hanno messo un po’ giù il morale dei nuovi animatori perché sentivano di perdere delle guide, dei compagni con cui lo scorso anno avevano stretta amicizia; l’altra faccia della medaglia era però rappresentata da un maggior stimolo che nasceva nel cuore di questi ragazzi per fare bene, per fare meglio e per non fare rimpiangere gli assenti. E così ci hanno messo davvero tanto impegno, tanta fatica, e tanto cuore… e la loro prova di “maturità” l’hanno superata alla grande. Siete stati eccezionali, avete fatto gruppo anche nei momenti di difficoltà quando non è semplice chiedere scusa e girare la pagina per ricominciare. L’augurio è che possiate continuare ad essere delle persone così “belle” e generose in futuro e non solo fra le mura dell’oratorio ma anche in famiglia, fra gli amici e nell’ambito lavorativo. Ecco i loro nomi: ILARIA C., MARTINA, STEFANO, SIMONE, ANDREA, BILAIL, CAMILLA, DAVIDE, DENIS, DIEGO, ELISABETTA, FEDERICO, GABRIELE, GIULIA, ILARIA F., KARA’, LORENZO, LUCREZIA, MARIKA, MATTIA, MICHELE, NABIL, SARA, SILVIA, SOFIYA e VERONICA.






LA PAROLA AI COORDINATORI
Abbiamo indirizzato a Ilaria, Martina, Stefano e Simone, che hanno coordinato il grest di quest’anno, alcune domande…

Due domande per Ilaria e Stefano
       1) Essere studenti universitari e tra un esame e l’altro trovare il tempo e le energie per partecipare alle riunioni e coordinare il grest...cosa vi spinge a questo preziosissimo servizio verso i più piccoli della comunità?

(ILARIA) Essendo due cose totalmente diverse per me non è un problema conciliarle perché facendo una si fa una "pausa" dall'altra e i bambini ti danno una carica immensa per poter iniziare un nuovo anno universitario. Quindi, con un po' di organizzazione e con tanta voglia di fare e di esserci, si riesce a fare tutto e bene.

(STEFANO) Offrire un po' del mio tempo e della mia esperienza in cambio di una quantità incredibile di energia e vitalità ... è questo che mi spinge a tornare ogni anno!

     
       2) È il quarto anno che siete coordinatori del grest...quali differenze dalla “prima volta”?


(ILARIA) Il primo anno era un po' un caos, non sapevo bene cosa dovevo fare di preciso con tutti. Adesso l'esperienza si fa sentire, sono anche meno preoccupata su ciò che devo fare durante la giornata o durante le gite o con i genitori.

(STEFANO) Dal primo anno c'è stata una bella svolta generazionale tra gli animatori, e tra i bambini ogni anno qualche faccia nuova in più. Per il resto, l'ambiente famigliare di Santo Stefano è sempre una garanzia!

Due domande per Martina e Simone
       1)   Avete dimostrato che è possibile coniugare lo studio ed un esame di maturità con la coordinazione di un grest ...quanto è stato faticoso? Se tirate le somme alla fine sono maggiori i sacrifici o le soddisfazioni avute?

(MARTINA) Se il grest fosse cominciato prima come gli anni passati mi sarei messa le mani nei capelli, perché sarei dovuta restare sui libri tutta la prima settimana per arrivare preparata all'orale. Fortunatamente, sono riuscita a finire tutto in tempo e ho potuto svolgere il mio ruolo da coordinatrice senza ansie. La preparazione del grest di giugno e la maturità mi hanno messa davanti a delle scelte, dare la priorità allo studio invece che aiutare i miei colleghi animatori non è stato facile, ma alla fine i risultati ottenuti sono stati più che soddisfacenti!

(SIMONE) Sicuramente coniugare la scuola e tutti gli altri vari impegni che si hanno durante l'anno con la preparazione e l'organizzazione del Grest richiede impegno e in certi casi sacrificio, ma potersi incontrare con gli altri animatori risulta essere piacevole e vedere il grest riuscire e funzionare regala moltissime soddisfazioni e ti ripaga degli sforzi fatti!


2)  Da animatori a capo animatori...quali differenze principali tra questi due ruoli?

(MARTINA) quando sono diventata animatrice ho scoperto che il lavoro dietro il grest è veramente tanto, ma la fatica veniva ricompensata ogni anno dai bambini sempre contenti di venire in oratorio. Quest'anno, da capo animatrice, ho sentito ancora di più la responsabilità di ogni mia azione. Essere coordinatore non è semplice, animatori, bambini e genitori si affidano a questa figura, essere pronti in qualsiasi situazione è fondamentale.

(SIMONE) In primis, il rapporto con gli animati è diverso: non avendo una squadra, una classe e un laboratorio da seguire il rischio è quello si stare poco con loro, anche se devo dire che alla fine, tolto in non poter giocare con loro durante il pomeriggio divisi in squadre, per il resto il mio rapporto con gli animati non è mutato rispetto agli scorsi anni...
Secondariamente, anche con gli altri animatori il rapporto cambia per via del ruolo: personalmente, ho cercato di fare l'esatto contrario e di vivere il mio rapporto con loro esattamente come lo vivevo gli altri anni da "semplice animatore"...in tutto ciò, ci sarebbe poi da chiedere ad animati e animatori se sono riuscito in questoJ , ma fondamentalmente credo che queste siano le principali differenze pratiche...


Una domanda per tutti
Quale cosa ricordate con maggior gioia e quale invece la fatica più grande che avete affrontato in questa edizione del grest?

(ILARIA) La cosa più bella sono i sorrisi e gli abbracci dei cambino che ti fanno capire che stai facendo la cosa giusta e ti danno una super energia. La fatica è stata più che altro fisica, sono passata da stare seduta 8 ore a studiare a correre in giro per 10 ore

(STEFANO) la gioia più grande è stata ricevere i ringraziamenti dalle mamme dei bambini "nuovi" per l'inclusione e l'integrazione che siamo riusciti ad offrire. Di fatiche ce ne sono state tante, ma con loro sempre anche grandi soddisfazioni!

(MARTINA) la fatica che ho affrontato quest'anno è stata il primo giorno. Sono tornata a casa alla sera che ero distrutta e delusa perché avevo fatto tutto tranne che l'animatrice, ho avuto pochissimo tempo per stare in mezzo ai bambini. Per fortuna dopo quel giorno abbiamo cominciato a ingranare nella direzione giusta! La cosa che ricordo con gioia invece sono stati i feedback positivi da parte sia dei bambini che dei genitori. Sono io quella che ha intrattenuto le relazioni con questi ultimi e mi ha fatto molto piacere ricevere i loro complimenti che poi riferivo agli altri animatori nelle riunioni serali. Sapere che i bambini vengono in oratorio e tornano a casa con il sorriso sulle labbra, facendoci guadagnare così la loro fiducia e quella dei loro genitori, dà sicuramente a noi animatori quella carica in più che ci spinge a continuare questo servizio per la comunità.

(SIMONE) Come ogni anno, la gioia più grande per me è vedere che i bambini il venerdì della terza settimana di grest vorrebbero che il lunedì successivo ne iniziasse una quarta: questo, secondo me, è motivo per tutti noi animatori di orgoglio e soddisfazione perchè è la prova evidente che in 3 settimane gli animati si sono divertiti e si sono sentiti in un certo senso parte di una grande famiglia...oltre a questo, tanti sono stati i momenti divertenti tra noi animatori e con gli animati!
Se devo trovare una cosa che ha richiesto grande sforzo e "fatica" da parte mia, penso che sia stata la gestione del gruppo animatori in generale: ciò che ho cercato di fare è stato far sì che tutti collaborassero il più possibile tra loro e che il gruppo fosse unito, cercando in tutto ciò di essere (nel limite del possibile) di fianco a loro e non sopra di loro, nonostante il mio nuovo ruolo...



Ci sono animati e animatori che coltivano le amicizie nate nel grest ancora per diverso tempo prima che la scuola e gli impegni di routine non prendano il sopravvento. Sarebbe bello far rivivere questo clima anche durante l’anno e non solo aspettando che arrivino queste tre settimane accaldate di luglio… le proposte cercheremo di non farle mancare, a genitori e figli la sensibilità e libertà di coglierle o meno.

A PRESTO E VIVA L’ORATORIO!!!!

mercoledì 3 luglio 2019

GREST 2019 l'attesa è quasi finita...


Ci siamo quasi... mancano ancora pochi giorni e poi il cancello dell'oratorio si aprirà per incominciare una nuova avventura nel segno di Woody, Buzz e tutti gli altri personaggi del fantastico mondo di Toy Story. Gli animatori sono carichissimi, pronti a far giocare, socializzare e divertire tutti i ragazzi che parteciperanno al grest.

Le iscrizioni sono aperte fino a venerdì dalle 17:30 alle 19:00 in oratorio. Per nuove iscrizioni, rinnovi e altre info è possibile sempre in segreteria tutti i giorni del grest dalle 17:30 alle 18:00 (escluso il giorno della gita).

Ricordiamo inoltre che l'anteprima del nostro grest va in scena già sabato sera con la NOTTATA in oratorio: sacchi a pelo, materassini, spazzolino da denti e pigiama per trascorrere una nottata in compagnia di animatori e compagni.
La domenica alle 11:00 ragazzi e genitori sono invitati a partecipare alla Santa Messa di inizio grest dove verranno consegnati ai nostri animatori il mandato.

Buon grest a tutti!!!!



  








domenica 24 marzo 2019

CARNEVALE 2019... è stata una gran festa!

Va in archivio il carnevale 2019 con la soddisfazione di aver visto tante persone, di ogni età, passare per il nostro oratorio, tanta gente con la voglia di divertirsi e di trascorrere insieme dei momenti di svago e di relax.
Il primo appuntamento è stato quello della pizzata di sabato partecipata da oltre 180 commensali che hanno potuto gustare e riempirsi la pancia di ottime pizze sfornate dalle pizzerie d'asporto limitrofe. E tra un boccone e l'altro non poteva mancare il tanto atteso spettacolo di cabaret che ha saputo coinvolgere attori di ogni età: dal balletto di Lucia e Greta fino all'esibizione in solitaria di Mario passando tra gag comiche e commedie divertenti come quella messa in scena dal numeroso gruppo del post cresima che si sono cimentati tutti sul palco con grande capacità e voglia di fare... bravissimi!

La domenica è sinonimo di DANCE PARTY  e così anche quest'anno in serata i ragazzi delle scuole medie e superiori hanno potuto scatenarsi in balli e canzoni proposte dal Dj Luca Chiarinotti e da tutto il suo entourage. Fino alle 23 il nostro oratorio si è trasformato in un'allegra discoteca dove tutti potevano sia ballare ma anche solo giocare a calcio-balilla o semplicemente scambiarsi due chiacchiere.

Dopo l lunedì di sosta la festa prosegue e si conclude con il ricco programma del martedì grasso. Il ritrovo per tutti è alle 15 in oratorio e, insieme alla strega caricata sul carretto, ci si incolonna processionalmente per le vie di Santo Stefano a portare un pò di musica e colore con i coriandoli sparati lungo tutto il tragitto. Rientrati alla base è la volta della ricca tombolata, un salone stra pieno fa da corollario a questa edizione della tombolata che ha visto l'assegnazione di numerosi premi di valore e addirittura due tombole anziché una.
Terminata l'estrazione tutti a rifocillarsi con la cioccolata calda preparata da alcune volonterose mamme, insieme ai dolci di carnevale per una gustosa e saziante merenda. 
Ultimo atto è l'immancabile rogo della strega che quest'anno per ricordare i 50 anni dalla sbarco sulla luna dell'uomo, aveva la forma di una simpatica navicella spaziale ideata dal nostro Marco e costruita insieme ad altri ingegnosi papà nelle settimane antecedenti.

A conclusione di questa bella festa non resta che darci l'appuntamento al prossimo anno      ringraziano di cuore tutti coloro che hanno donato il proprio tempo per aiutare ad organizzare tutto quanto di buono fatto. Un grosso GRAZIE  a tutti coloro che hanno partecipato e che hanno così reso ancora più bella questa festa. 

N.B. i video dello spettacolo di cabaret della pizzata sono consultabili nella sezione Foto & Video di questo blog. Buona visione     

venerdì 4 gennaio 2019

EPIFANIA 2019: Santa Messa a Vergano e festa in Oratorio a Santo Stefano


In una splendida giornata di sole si è svolta la festa dell'Epifania. La prima parte tutta nella chiesa di Vergano dedicata a San Francesco: animata dai personaggi della Stella, dalle due corali di Santo Stefano e Vergano e da una foltissima partecipazione di fedeli.
Alle 10:30 un piccolo corteo partiva dall'oratorio ed entrava in Chiesa mentre in sottofondo veniva lettera la pagina di Vangelo relativa a questa importante e sentita festa cristiana; così a precedere Don Eugenio e i chierichetti passavano dei bellissimi angioletti, dei pastori, i Re Magi con i servi e tanti altri personaggi che facevano da corollario a Giuseppe e Maria con il piccolo Gesù portato in braccio.
Al termine della funzione, come da tradizione consolidata da anni, l'arrivo in strada di due simpatiche befane che cariche di doni iniziavano a distribuirli a tutti i bimbi presenti... ed anche ai nonni.
Seconda tappa delle vecchiette mascherate è stata la nostra Casa Famiglia "Don Vincenzo Annichini" dove sono state accolte come sempre dai gran sorrisi degli ospiti. Ultima tappa presso la casa Piccolo Bartolomeo dell'Associazione Mamre ... anche qui i bambinetti aspettavano impazienti l'arrivo delle due strampalate befane... al secolo Stefano e Riccardo Amoriello.

Nel pomeriggio la festa si è trasferita presso l'oratorio di Santo Stefano. Tanti bambini accompagnati dai genitori e dai nonni hanno fatto da splendida cornice alla TOMBOLATA della BEFANA. Terminata l'estrazione dell'ultimo numero è stata la volta della premiazione del concorso presepi, giunto alla sue terza edizione dopo che è stata rispolverata questa bella iniziativa.
Al primo posto la famiglia Paffoni con due bellissime realizzazioni che bissa il successo dello scorso anno. Sul secondo scalino la Famiglia Zanetta Fabrizio e Donatella che sospinti dai nipoti alla partecipazioni si sono accaparrati la seconda piazza con un'opera molto originale e particolare.
Al terzo posto la famiglia Cerutti con un presepe dallo stile classico e con una bella illuminazione a led.
Un ringraziamento alla giuria composta quest'anno da Alessandro, un punto fermo e capo giuria, Martina, Simone e Serena. Un compito non facile ma che ogni anno si affina e trova nuovi spunti e nuove idee per meglio giudicare i presepi. Come ha ricordato Alessandro nella premiazione, giova ribadire che il fine del concorso non è quello di stilare una classifica ma quello di stimolare bambini e genitori a lavorare insieme, a trovare del tempo libero per costruire qualcosa insieme buttandosi nel clima natalizio da una parte diversa di quella puramente commerciale dei regali e delle vacanze da scuola. Quando una famiglia accetta questo invito ha già automaticamente "vinto"... la classifica serve solo per mettere un po' di competizione all'iniziativa. Ultimo ringraziamento alle mamme che ci hanno preparato una splendida cioccolata e grazie ancora a tutti coloro che hanno partecipato. A prossimo anno e ... viva la BEFANA!!!!

Primo posto per la famiglia PAFFONI



 Terzo posto per la famiglia CERUTTI
 Il numeroso pubblico presente

                                                                    Le mamme che hanno preparato una buonissima cioccolata


Tutte le foto dei presepi li trovate consultabili nella sezione FOTO & VIDEO...buona visione!

venerdì 7 dicembre 2018

Con l'arrivo del S.Natale non poteva mancare un classico... il concorso presepi!
L'invito è rivolto a tutte le famiglie delle parrocchie di Santo Stefano e Vergano (ma anche nelle vicinanze), la finalità è quella di tenere viva una tradizione che ci auguriamo non vada mai a perdersi!
Per iscriversi potete trovare il modulo da compilare nel bollettino parrocchiale che trovate in chiesa in questi giorni, compilatelo e riportatelo in chiesa nell'apposita cassetta del concorso. Diversamente potete mandare un whatsapp al 333 4853710 con il vostro nome, indirizzo e recapito telefonico.
Buon lavoro e BUONE FESTE A TUTTI!!!!